Pensieri accesi

I libri scaldano il cuore e accendono la mente





Pensieri accesi

Ornella Ferrarini
Chi ha bisogno di te
Elisabetta Bucciarelli

"Se bastasse una bella canzone", per dirla con Eros Ramazzotti, a far dialogare madri e figlie, la ricetta della Mamma di Meri allora è quella giusta. La via della musica scelta dall'autrice che fa dialogare le due protagoniste sulle note delle canzoni dei Queen è da tener presente, magari con altri cantanti del cuore, ma il principio è quello . Tutti noi in un modo o nell'altro abbiamo inciampato nella band inglese e nel carisma di Freddy Mercury. Chi è nato dopo gli Ottanta un po' meno, ma tutti noi abbiamo una o più canzoni a fare da segnalibro ai nostri ricordi. La Mamma di Meri ha fatto di più, le canzoni dei Queen sono diventate il suo sillabario e la sua voce. E Meri, adolescente per bene, è stata educata a parlare con la genitrice, con i suoi pensieri e con le emozioni della sua vita, persino con gli amori immaginari, con le strofe di You take my breath away, Barcelona, Love of my life, e via di seguito. Quindi mentre scorrono tra le righe le parole delle canzoni della band, Meri ci racconta a parole e, più spesso, con il fluire dei pensieri, la storia di questo sconosciuto che le lascia bigliettini d'amore nei quaderni, ci parla  dei suoi genitori separati da dieci anni. Di un padre scostante, un po' immaturo e di certo fallito, di una madre sceneggiatrice che passa il suo tempo a piantare semi su quattro terrazzi per festeggiare qualsiasi evento: dalla fine di un amore,  all'inizio di un'amicizia, alla morte di parenti e conoscenti. Alla fine non ce ne accorgiamo, ma seguiamo le sue avventure di corsa, fino a quel giorno di 10 anni prima, che muterà per sempre la vita di Meri, quella di sua madre, di suo padre e del bel Davide, il biker di cui si era innamorata  a 7 anni durante una vacanza in montagna. Può essere lui l'autore dei biglietti? È tornato dopo 10 anni? Niente spoiler. Andate oltre le righe di Freddy Mercury (che piace un sacco all'autrice) e scoprirete che è Meri  la madre di sua madre e di suo padre. È lei, l'adolescente, che non beve, non si droga, non fuma, l'adulta. Quella matura che alla fine riuscirà a tenere la testa alta davanti al destino. Con dignità. Un po' come Freddy.  

Leggi tutto




Le nostre recensioni

letti per voi





Home



Segnalazioni

in breve





Home