L’isola di noi <br> Federico de Rosa

L’isola di noi
Federico de Rosa

Viaggio nel paese dell'autismo

Paola Blandi
24 ottobre 2016

Di autismo si parla molto, in termini scientifici oppure come narrazione del difficile percorso di vita famigliare, ma è la prima volta che leggo un romanzo scritto da un autistico. Ed è una piacevolissima sorpresa. Federico de Rosa non parla ma scrive al computer e questa guida per chi voglia visitare L’isola di noi, ovvero il luogo dove vive felicemente la comunità degli autistici è una piacevole scoperta letteraria perchè è scritto benissimo, con una forte idea di base e con ironia e leggerezza.
Quel luogo che una guida silente ci porta a visitare è un posto dove a tutti verrebbe voglia di stare. Eliminati i rumori e i colori forti, con un sistema di governo a partecipazione dal basso e reale, senza risse e brogli, una società che limita la quantità di danaro che può possedere ciascun individuo, dove si mangia quel che si desidera, dove ci si innamora guardandosi negli occhi…Il sogno di Federico è quello che un giorni tutti i neurotipici (così lui chiama chi non è autistico) possano vedere nei diversi una risorsa e un’opportunità e non una minaccia. Ad esempio i bambini neurotipici che nascono sull’isola sono una minoranza ma non vengono isolati e nemmeno inseriti a forza nella società autistica. Vengono loro semplicemente insegnate altre forme di comunicazione in modo che possano essere felici. E anche noi alla fine, che abbiamo viaggiato in questa utopia, ce ne torniamo a casa con un bagaglio di esperienze e sensazioni anche se non ci siamo stati – fisicamente – in quel luogo che ora però ci pare meno inaccessibile. Ad esempio scopriamo che a volte è meglio tacere, che per comprendere gli altri non è necessario bombardarli di informazioni, che un’opinione vale un’altra, che si può stare fermi mezz’ora a guardare un albero, che è inutile correre se non si sa dove si è diretti.

E’ un libro che dovrebbero adottare nelle scuole, non tanto per insegnare ai genitori e ai ragazzi a  “sopportare” in classe l’autistico che magari grida o ripete una frase ossessivamente, ma per fornire uno strumento, attraverso il racconto semplice e vero, scritto da un ragazzo come loro, che regali  loro la voglia di comprendere davvero ciò che ci appare  diverso da noi. Per diventare veramente liberi.

 


Share:



Autore Federico de Rosa
Titolo L'isola di noi
Editore San Paolo libri
Pagine 144
Prezzo €14.50