Emmanuelle de Villepin<br>La parte del diavolo

Emmanuelle de Villepin
La parte del diavolo

Tre donne parlano del tempo che fu

Ornella Ferrarini
18 giugno 2016

Chi può raccontare il fascino della Parigi del secolo scorso, dei grandi ambienti borghesi, delle case accoglienti, degli amori totalizzanti meglio di chi in questi ambienti ci è nata e ci vive e ne conosce le ombre e le luci? Lei, Emmanuelle, elegante, raffinata, con la semplicità che ha chi non ha bisogno di dimostrare nulla, francese, è cugina dell’ex ministro francese Dominique, italianizzata, è moglie di Rodolfo De Bendetti e madre di Neige, fotografa (insieme hanno realizzato La notte di Mattia, SKira, un libro di favole che Emmanuelle aveva scritto a 16 anni e Neige ha illustrato con le sue foto). Ha voluto scrivere un racconto di donne per le donne, dove gli uomini appaiono di sfuggita. Incontro-confessione di tre generazioni: Christiane 86 anni la grande dame, felice della vita che ha vissuto nel bene e nel male, Christine, la figlia infelice e piena di rancore, a lei la vita non ha sorriso, Luna la nipote, che per preparare la tesi su un filosofo che il bisnonno ha conosciuto, chiede alla nonna di raccontarle due secoli di storia della famiglia. Una piccola società femminile di mutuo soccorso: ciascuna ha le sue pene o le ha avute o le avrà, l’importante è trovare chi ascolta e non giudica. E se è in famiglia ancora meglio.


Share:



Autore Emmanuelle de Villepin
Titolo La parte del diavolo
Editore Longanesi
Pagine 236
Prezzo €18,40